Informativa Cookie 

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Rifacimento del letto occupato

Procedura per il rifacimento del letto occupato

Come si effettua il rifacimento del letto occupato? – Due operatori coinvolti. Tempo impiegato 15 minuti

OBIETTIVI del rifacimento del letto occupato:

  • Migliorare il comfort e l’igiene della persona assistita.
  • Ridurre la carica microbica, eliminare polvere, cellule di sfaldamento dagli effetti letterecci e corpi estranei.
  • Ridurre pieghe e grinze della biancheria per evitare alterazioni cutanee sulle zone di compressione.

Materiale occorrente per il rifacimento del letto occupato:

Carrello per la biancheria sporca:
su questo carrello devono essere montati sacchi di diverso colore (e dotati di un codice che ne stabilisce la provenienza) per la raccolta differenziata della biancheria (biancheria potenzialmente infetta, sporca di sangue, di feci, di urine, non infetta ecc. .) e un sacco o contenitore per lo smaltimento dei rifiuti (pannoloni, tele cerate bagnate di urina, feci, sacche diuresi vuote ecc. ecc.)  che risponda ai requisiti previsti dalla normativa vigente in materia dei rifiuti.
I sacchi impiegati per la raccolta devono resistere alle alte temperature, resistere al peso della biancheria,  non favorire la fuoriuscita della biancheria durante la manipolazione e il trasporto.

Carrello per la biancheria pulita:
sopra disposta in ordine di uso, federa per il materasso, 2 lenzuola 1 traversa,  1 cerata per incontinenti, 1 coperta, 1 copriletto, 1 federa per cuscino.  Se necessario per garantire la Privacy un paravento.

Come si effettua il rifacimento del letto occupato?

Attività procedurali e motivazioni

Prima di iniziare osservare attentamente l’ambiente e valutare se è correttamente predisposto.
Lavarsi le mani per evitare di sporcare la biancheria e di diffondere microrganismi.
Posizionare il paravento davanti al letto se necessario per tutelare la privacy della persona assistita.
Indossare i guanti monouso (sostituiti ad ogni rifacimento letto), prendere la biancheria pulita e il contenitore della biancheria sporca e
portarli fianco stanza di degenza.

Sistemare la biancheria pulita, pronta per l’uso, sopra la sedia e accostarla al letto. La biancheria pulita e la biancheria sporca devono seguire percorsi paralleli che non si incrociano, illustrare la procedura al paziente e chiedere, se possibile, la sua collaborazione.

Inoltre informare la persona assistita e valutarne il grado di collaborazione. In rispetto del diritto di informazione e per favorire la partecipazione alle cure. Preparare l’ambiente: considerare la possibilità di un ricambio d’aria nella stanza, se le condizioni esterne lo permettono, chiudere la porta, spegnere la luce. Posizionare il paravento.

Porsi, entrambi gli operatori ai lati del letto e posizionare in piano la rete abbassando eventuali snodi (solo se la persona può assumere la posizione supina). Posizionare il livello del letto per lavorare in maniera comoda: abbassare la testata del letto se alzata. Posizionare il paziente sul decubito laterale se non può assumere la posizione supina.

Scalzare il copriletto e la coperta dal letto. Piegarli separatamente dall’alto verso il basso del letto in tre parti. Se puliti appoggiarli nella spalliera della sedia.  Si facilita la rimozione degli effetti letterecci. Si evita di sgualcire la biancheria rimossa, si facilita il riposizionamento senza invertirne le estremità.

Per evitare che parti più contaminate inquinino altri parti.
Se sporchi: riporre il copriletto nel contenitore per lo sporco. La coperta va messa in un apposito contenitore separato in quanto il ciclo di lavaggio è diverso. Rimuovere i cuscini, tranne uno, posizionarli sulla sedia; se necessario spingere il materasso verso la testiera del letto. Rimuovere la biancheria dal letto: scalzare dal materasso il lenzuolo inferiore su un lato del letto, aiutare il paziente a posizionarsi su un lato se non lo si è già fatto in precedenza, in modo che volga le spalle all’altro operatore.

Scalzare la traversa, piegarla a fisarmonica e spingerla sotto il fianco e la spalla della persona. Ripetere la stessa manovra con il lenzuolo di sotto. Sistemare il lenzuolo inferiore pulito su letto con la piega centrale lungo l’asse maggiore del letto; Tirare il bordo laterale del lenzuolo sul lato verso il collega, l’altra metà del lenzuolo viene piegata verticalmente e posta accanto alla persona rimboccare il lato superiore del lenzuolo sotto il materasso, piegare l’angolo a triangolo come procedura letto libero, rimboccare il lato del lenzuolo.
Si facilita la rimozione della biancheria sporca e si crea lo spazio per sostituirla con quella pulita. Arrotolare gli effetti letterecci permette all’altro operatore, una volta girata sull’altro lato la persona assistita, di raggiungerli comodamente.

Porre la traversa sul letto con la piega verticale centrale rispetto l’asse del letto, piegare la restante parte e disporla contro la schiena della persona. Rimboccare il lato che pende. Aiutare il paziente a girarsi sopra la biancheria piegata, volgendo la schiena verso l’altro operatore. Sistemare il cuscino sotto il capo della persona. Rimuovere le lenzuola avvolgendole su se stesse e riporle nello sporco, afferrare il bordo del lenzuolo pulito ripiegato tenerlo e rimboccarlo su tutto il lato.

Movimenti cauti e misurati evitano il sollevamento di polvere e la diffusione di microrganismi nell’ambiente. Afferrare il centro della traversa tirando leggermente e rimboccare sotto il materasso tendendo bene la stoffa.
Aiutare il paziente a posizionarsi al centro del letto, eventualmente alzare la testata. Stendere completamente il lenzuolo superiore pulito sulla persona con la piega verticale sul centro del letto.
Pieghe e grinze della biancheria provocano disagio, arrossamenti e lesioni cutanee, rimuovere il lenzuolo sporco, a partire dei piedi del letto e riporre nello sporco. Sistemare nelle coperte come nella procedura letto libero. Eventualmente aiutare la persona ad assumere la posizione semi- sedutta/altra posizione.

Posizionare i cuscini e sistemare la persona in posizione comoda Rimuovere il paravento e riordinare il materiale. Lavarsi le mani Riferire ed annotare le osservazioni eseguite durante la tecnica. Permette un corretto passaggio di informazioni.
Il cambio della federa appoggiare il cuscino sul letto rovesciare la federa pulita in modo che la parte esterna risulti all’interno e la parte interna all’esterno; infilare le mani nella federa; Afferrare contemporaneamente gli angoli della federa e quelli del cuscino;
Rovesciare la federa sul cuscino.

INDICATORI DI RISULTATO:

  • Mantenimento dell’igiene e del comfort della persona assistita
  • Mantenimento igiene ed assenza di pieghe della biancheria del letto
Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore