Sanità Puglia: Previste 10.000 assunzioni, il via libera per OSS, Infermieri e Medici

SSN Puglia, previste quasi 10.000 assunzioni

"Sanità, in Puglia servono 9.702 assunzioni": l'assessore Palese dà il via libera alle Asl per i contratti a tempo indeterminato.
Il provvedimento formalizzato dalla Regione nel Piano triennale di fabbisogno di personale: un 75-80 per cento è temporaneamente coperto con personale assunto con contratti a tempo determinato.

Un fabbisogno di 9.702 unità tra medici, infermieri, operatori socio sanitari e tecnici. È questa la necessità di personale negli ospedali pugliesi formalizzata dalla Regione nel Piano triennale di fabbisogno di personale. Va detto che non si tratta di una carenza effettiva: nel senso che sulle 9.702 persone richieste, un 75-80 per cento sono temporaneamente coperte con personale assunto con contratti a tempo determinato.

Le restanti 2.500-3.000 unità di personale vanno coperte andando alla ricerca sul mercato del lavoro. "Ma con questo provvedimento autorizziamo le Asl a procedere all'assunzione a tempo indeterminato del personale attualmente assunto a tempo determinato", fa notare l'assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, che ha proceduto a mettere a punto l'aggiornamento del fabbisogno. Un'operazione che non veniva fatta da oltre due anni.

Da qui la soddisfazione dell'assessore: "Siamo riusciti a mettere un punto fermo su un grosso problema della nostra sanità come quello della carenza di personale".
Nel dettaglio, delle 9mila 702 unità presenti nel piano di fabbisogno della Regione Puglia si registrano:
• 2.724 medici • 2.481 infermieri • 905 operatori socio-sanitari • 105 personale ostetrico • 3.407 di altro personale.

Nella sola Asl di Bari il fabbisogno assunzionale totale è di 3.306 persone: 838 medici, 771 infermieri, 463 operatori socio-sanitari, 39 di personale ostetrico e 1.195 altre figure.


TPL_BACKTOTOP