Giovane OSS muore dissanguato dopo una lite

L'operatore socio sanitario avrebbe spaccato con un calcio la porta della camera dopo una lite con la propria ragazza, per poi morire dissanguato in pochi minuti.

Sarebbe questa la dinamica dell’incidente occorso ieri sera a Giorgio Simone, un 28enne originario di Montesano Salentino, operatore socio sanitario in servizio all’ospedale di Piacenza e residente nel vicino comune di Ancarano di Rivergaro.

La lite sarebbe scaturita non appena il giovane è rientrato dal turno di lavoro. E nella concitazione il salentino avrebbe spaccato la porta a vetro della camera in cui si trovava la fidanzata, recidendosi la vena del polpaccio. La fidanzata, infermiera, ha prontamente allertato i soccorsi.

Sul posto sono piombati i sanitari del 118 insieme ad alcuni volontari, ma il giovane OSS è deceduto durante il trasporto in ospedale. Le indagini sono condotte dai carabinieri, che hanno ascoltato la ragazza per accertare le cause del decesso. In breve la notizia del decesso si è diffusa nel comune di residenza del giovane, rimasto attonito e sgomento per una morte così atroce.

 

Leggi anche:

Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore

Concorsi recenti

Ultime notizie