Coronavirus e bambini: Nuovo allarme, non così innocuo come si pensa

La pediatria di Bergamo fa una drammatica scoperta: il Covid-19 provoca nei bambini morbo di Kawasaki
Negli ultimi mesi all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, incremento significativo dei casi di morbo di Kawasaki

Conosciamo tutti le complicazioni del Covid-19 negli adulti, sappiamo che diventa letale soprattutto per chi ha un sistema immunitario compromesso o patologie pregresse e che è molto pericoloso in particolar modo per gli anziani, ma siamo stati cullati sin dall'inizio dall'idea che non fosse altrettanto pericoloso per i bambini.

A Bergamo la pediatria lancia un allarme che contrasta con questa convinzione: il Coronavirus porta complicazioni anche ai bambini. A parlarne è Lucio Verdoni, reumatologo in pediatria all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

”Negli ultimi due mesi ci siamo accorti che giungevano al pronto soccorso pediatrico diversi bambini che presentavano una malattia nota come Malattia di Kawasaki. In un mese il numero dei casi di Malattia di Kawasaki ha eguagliato quelli visti nei tre anni precedenti. Si è calcolato che l’incidenza di questa malattia, nell’ultimo mese, è stata di 30 volte superiore al passato” spiega Verdoni.

Allarmati da questi dati, Lorenzo D'Antiga, direttore di pediatria del Papa Giovanni di Bergamo, l'allergologo Angelo Mazza e lo stesso Lucio Verdoni, hanno deciso di analizzare i casi e farne un vero e proprio studio dal quale è emerso che il responsabile di tutti questi nuovi episodi di malattia di Kawasaki è proprio il Coronavirus.

Spesso i bambini affetti da Covid-19 che sviluppano poi la malattia di Kawasaki, la manifestano in maniera più aggressiva, tanto da aver bisogno di cure intensive, sebbene, ci tengono a sottolineare i medici di pediatria del Papa Giovanni di Bergamo, la percentuale di complicazioni nei bambini rimane molto bassa, meno dell'1%.

Ma che cos'è la malattia di Kawasaki?

Si tratta di una vasculite che colpisce i bambini da uno a otto anni di età, ma più spesso è stata rilevata nei bambini sotto i cinque anni. I sintomi tipici sono la febbre alta che va via con difficoltà, eruzione cutanea, lingua rosso fragola e in alcuni casi più gravi, complicanze cardiache.

La sindrome di Kawasaki provoca una infiammazione nelle pareti di tutti i vasi sanguigni, il morbo può diffondersi fino a intaccare i reni e il pancreas ma diventa più grave quando a infiammarsi sono le pareti dei vasi sanguigni del cuore.

Come si guarisce dalla malattia di Kawasaki?

La terapia per curare questo morbo è costituita dalla somministrazione di acido acetilsalicilico e immunoglobuline, talvolta congiuntamente al cortisone. Con il trattamento adeguato e tempestivo, la malattia, nella quasi totalità dei casi, non risulta letale.

Quasi tutti i bambini affetti dalla malattia di Kawasaki per fortuna guariscono quindi, e questa, in tempi di Coronavirus e paura, sembra già essere un'ottima notizia.

Leggi anche:

Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore

Concorsi recenti

Ultime notizie