Attestati oss falsi

Falsi attestati da operatore socio sanitario (OSS). Sono oltre 100 gli indagati tra Milano e Latina nell'ambito dell'indagine denominata "Attestato rapido".
Associazione a delinquere finalizzata alla falsità materiale, contraffazione e sostituzione di persona: sono questi i reati contestati dai Nas dei carabinieri di Latina.

Nella sostanza, le 103 persone risultano implicate nella contraffazione di attestati professionali per l'ottenimento della qualifica di operatore socio sanitario (OSS).

L'indagine è stata avviata nel 2015 e coordinata inizialmente dalla Procura della Repubblica di Cassino per poi essere successivamente trasmessa, per competenza territoriale, a quella di Milano.

Questa mattina sono stati eseguiti ben 96 decreti di perquisizione, nell'area metropolitana di Roma, nelle province di Latina, Frosinone, Viterbo e Chieti, tutti a carico di soggetti che lavorano nell'ambito della formazione e della sicurezza sul posto di lavoro.

Attestato OSS (falso) da 1500 a 2500 euro

Tali accertamenti avrebbero consentito di individuare e smantellare un'associazione attiva su tutto il territorio nazionale che avrebbe provveduto alla produzione di falsa documentazione: con un costo compreso tra i 1500 e i 2500 euro, sarebbe stato possibile acquistare un attestato di qualifica da operatore socio sanitario (OSS) con tanto di logo della Regione Lombardia e della Provincia di Milano, illegalmente riprodotti.

I soggetti interessati all'ottenimento della qualifica sarebbero stati ingolositi dalla totale assenza della frequenza di corsi di formazione della durata di mille ore, a fronte dei costi suddetti.

Potrebbe interessarti:

Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore

SEGUICI ANCHE SU

Concorsi recenti

Ultime notizie