Reperibilità durante la malattia

Dal 13 gennaio cambiano le regole sulle visite fiscali in caso di assenze: introdotta la reperibilità in caso di infortunio sul lavoro. Un inutile accanimento nei confronti dei dipendenti pubblici.
Rimangono invece immutate le fasce orarie di reperibilità: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18

Il medico di controllo anche due volte al giorno

Il medico fiscale potrà bussare alla porta anche due volte al giorno. La visita fiscale infatti potrà essere disposta anche più volte per lo stesso evento morboso e fino a due volte nella stessa giornata. Con la precedente normativa si poteva ricevere una sola visita per evento morboso.

La campagna mediatica contro i lavoratori pubblici definiti "fannulloni ed assenteisti", portata avanti da anni per nascondere le gravi carenze nelle piante organiche dovuta ai blocchi dei turnover, ha creato lo scenario ideale per dar sfogo a questo ulteriore accanimento. Che senso ha per esempio, per il lavoratore in infortunio, essere controllato dall'INPS quando già è costantemente monitorato dall'INAIL?

Visita fiscale durante l'infortunio

Dal 13 gennaio scatterà inoltre l'obbligo di reperibilità anche per le assenze dovute agli infortuni sul lavoro e in itinere. Quindi chi è in infortunio è obbligato a rispettare le fasce di reperibilità. Lo stesso obbligo vale per chi ha un'invalidità inferiore al 67%.

Stretta sulle esclusioni dalla reperibilità

Il giro di vite non ha risparmiato neppure i soggetti prima esclusi dalla visita del medico fiscale.

  • Patologie gravi che richiedono terapie salvavita
  • Causa di servizio
  • Stati patologici sottesi o connessi a invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%

La CUB denuncia il disegno discriminatorio

La Confederazione unitaria di Base (CUB) denuncia il disegno discriminatorio delineato dalla Funzione Pubblica, già in buona parte recepito nell'intesa sottoscritta per il rinnovo del primo contratto pubblico delle Funzioni Centrali.

I lavoratori del pubblico impiego hanno un'età media che supera i 55 anni, l'età della pensione viene allontanata sempre più, fino ad arrivare, nei prossimi anni, a 70 anni di età. Gli organici sono ridotti all'osso in tante amministrazioni, centrali e locali, negli ospedali e nelle scuole.

Potrebbe interessarti:

Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore

SEGUICI ANCHE SU

Ultimi concorsi oss

Ultime notizie