× Tutti i posti dove gli oss possono lavorare - differenze e caratteristiche

oss in unione europea

13/01/2011 13:41
Plucio
New entry
New entry
Messaggi: 9
Di più
Autore della discussione
oss in unione europea #35695
volevo sapere se è vero che la qualifica di oss è riconosciuta in tutta l' unione europea

grazie :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

13/01/2011 14:18
very80
New entry
New entry
Messaggi: 7
Di più
oss in unione europea #35701
certo che e' valida.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

13/01/2011 14:28
Plucio
New entry
New entry
Messaggi: 9
Di più
Autore della discussione
oss in unione europea #35706
dovrebbe ma, ad esempio, per quanto riguarda gli infermieri in certi paesi è richiesta una integrazione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

13/01/2011 14:41 13/01/2011 16:52 da Maximo.
harley
Visitatori
Visitatori
oss in unione europea #35709
CIAO!IO IN FRANCIA HO PROVATO COME OSS INTENDO MA LI' LA FORMAZIONE DI BASE è DI 1400 ORE.NON è SEMPLICE PASSI PRIMA X UNA COMMISSIONE MOLTO SEVERA CHE VALUTA PRIMA IL TUTTO DOPO CHE TI SEI ACCOLLATO LE SPESE DELLE TRADUZIONI GIURATE DI TUTTI I DOCUMENTI ITALIANI CHE COSTA UN BOTTO SI PAGA A PAROLA.ALLA FINE HO LASCIATO PERDERE PERCHè MI MANCAVA UN CERTIFICATO CHE POI SONO ANCHE RIUSCITA AD AVERE IN ITALIA MA MISONO UN PO SCOCCIATA.CONOSCO MOLTO BENE LA FRANCIA E LA MAGGIOR PARTE DEI LAVORI SONO MOLTO SUL PRVATO CHE NON PAGA MALE DIREI NEL PUBBLICO è COME DA NOI DEVI SOSTENERE CONCORSI.HA DIMENTICAVO ALLA FINE SE HAI PARERE POSITIVO DALLA COMMISSIONE CHE VALUTA OVVIAMENTE NELLA REGIONE DOVE SEI INDIRIZZATO E TI MANCANO DELLE ORE DI FORMAZIONE O ESAMI DA SOSTENERE è TUTTO A SPESE TUE PERCHè NON SEMPRE CI SONO DELLE AGEVOLAZIONI IN TUTTI I PERIODI DELL ANNO.QUESTA è LA SITUAZIONE FRANCESE!IN BOCCA AL LUPO!

Evitare di scrivere parte o la totalità del titolo o del messaggio in grassetto o IN MAIUSCOLO, se non in casi assolutamente necessari o inerentemente a sigle.
Per convenzione scrivere così equivale ad urlare, cosa non gradita dallo spirito del Forum OSS.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

13/01/2011 17:36
harley
Visitatori
Visitatori
oss in unione europea #35727
ciao scusate per la maiuscola non avevo visto che fosse necessario!ciao e complimenti per il forum è molto interessante!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

13/01/2011 18:14
Maximo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2520
Di più
oss in unione europea #35732
L'attestato oss non è valido all'estero dove vi sono figure simili ma con percorsi formativi differenti.

CONFRONTO CON STATI ESTERI
Dopo aver analizzato la situazione italiana, vediamo come è in alcuni Stati esteri, in modo da avere
una visuale più ampia di quale è la formazione e il ruolo attuale degli infermieri e delle figure di
supporto.
In SPAGNA la formazione degli infermieri si svolge nelle università da tanto tempo.
Esiste anche la figura dell’operatore di supporto, che ha una formazione non universitaria ed è
abbastanza diffusa negli ospedali.
In FRANCIA i vari ministri dell’Istruzione hanno sempre respinto l’idea di inserire la formazione
degli infermieri nelle università.
Attualmente in Francia il personale di supporto comprende gli aiuti infermieri (AS) e gli assistenti
di puericultura (AP). Queste figure collaborano con l’infermiere sotto la sua responsabilità.
Ovviamente l’infermiere non deve essere presente in tutti i momenti, né deve verificare tutto
quello che fanno gli operatori di supporto, ma deve avere la padronanza della situazione, perché
solo lui ha un quadro autonomo. Quindi, l’esercizio della pratica diretta infermieristica da parte
dell’AS è illegale.
Nel REGNO UNITO la formazione infermieristica viene offerta attraverso Istituzioni di
formazione superiore (Università) sia a livello di diploma che a livello di laurea, ma la maggioranza
degli studenti sceglie il diploma.
La formazione del personale di supporto è organizzata invece a livello locale in base alle
esigenze delle singole realtà sanitarie e per soddisfare a delle specifiche esigenze organizzative e
assistenziali.
In FINLANDIA il sistema di formazione per gli infermieri è molto simile a quello italiano:
occorre aver frequentato la scuola di base per l’accesso ai corsi universitari. La Finlandia si è
inoltre occupata di sviluppare in modo elevato la professione infermieristica in salute pubblica e
nelle malattie mentali, essendo uno dei Paesi Europei con la più alta incidenza di suicidi e omicidi.In CROAZIA fino al 2004 c’era un corso triennale di studi universitari, con la possibilità di
continuare per altri due o tre anni in qualsiasi altra facoltà per completare la laurea come docente di
Nursing, sanità pubblica, ecc. Prima c’era un ordinamento basato sulla medicina, mentre con la
riforma è stato basato sul Nursing. Adesso esiste un corso di base di tre anni, più due anni di
specializzazione. Inoltre gli infermieri sono obbligati a seguire la formazione continua. Fino al
2004, la specializzazione veniva conseguita all’interno degli ospedali universitari con programmi
più o meno diversi. Adesso ci sono dei programmi ben precisi a livello nazionale in collaborazione
con le facoltà di Scienze Infermieristiche e gli ospedali universitari; inoltre esistono gli esperti di
assistenza clinica.
In IRLANDA per prepararsi alla formazione dal 2002 occorre conseguire una laurea
quadriennale presso uno dei 14 Istituti di formazione superiore. Esiste la possibilità di
intraprendere una specializzazione in un’area particolare come, per esempio, la pediatria, l’area
critica, l’ostetricia. Vi è anche la possibilità, con circa un altro anno di formazione,di conseguire la
laurea specialistica e, in tal caso, è possibile scegliere se approfondire l’ambito accademico
professionale, quello dell’insegnamento oppure quello del management.
Gli operatori di supporto irlandesi seguono invece un percorso formativo della durata di sei mesi,
con 140 ore di teoria e 480 ore di esperienza clinica.
Nel Quebec, in CANADA, gli infermieri ausiliari, i cosiddetti IA, possono in autonomia, ma a
talune condizioni, erogare alcune cure infermieristiche. La legge del Quebec, come quella italiana,
conferisce agli infermieri un esercizio esclusivo, cioè, nessuna altra persona è abilitata a utilizzare il
titolo di infermiere, né ad erogare prestazioni infermieristiche.
Negli STATI UNITI gli infermieri possono conseguire diversi diplomi universitari, quali il
baccalaureato, che consente loro di lavorare in ospedali, agenzie delle Comunità, scuole, industrie,
sanità domestica e cliniche. Il grado di baccalaureato è richiesto per la preparazione supplementare
e per i livelli di laurea, visto che è una laurea di grado inferiore al dottorato.
Gli infermieri che acquisiscono il master, sono preparati per lavorare in una varietà di ruoli
avanzati, quali l’infermiere esperto, l’infermiere professionista, l’infermiere ostetrica o anestesia o il
coordinatore clinico degli infermieri.
Il grado di dottorato (nursing doctorate degree) prevede l’entrata nella pratica professionale della
professione d’infermiera e la preparazione per il licensure iniziale (il licensure, sarebbe
un’autorizzazione necessaria per potere lavorare).
Il grado di socio richiede uno studio di due anni e include la formazione di corso generale, mentre
per il diploma occorrono due-tre anni di studio, ma tutti e due i titoli di studio consentono
eleggibilità per il licensure, perché registrate.
La professione di infermiera pratica ha invece la durata di un anno e i programmi possono essere
trovati nelle normative dell’ospedale, in quelle professionali, nell’università di Comunità e del
junior. Tale infermiere laureato è eleggibile per il licensure come un’infermiera pratica autorizzata o
infermiera professionale autorizzata. Le funzioni pratiche dell’infermiera sono sotto il consiglio di
un’infermiera registrata.
Le principali figure infermieristiche che lavorano negli Stati Uniti risultano essere:
L’infermiera professionista registrata, che può formulare una diagnosi infermieristica, trattare le
risposte umane ai problemi di salute reali, l’educazione sanitaria, eseguire le prescrizioni di un
medico autorizzato.
L’infermiera pratica autorizzata, che, invece, agisce sotto un’infermiera professionista registrata
o un medico autorizzato e corrisponde, quindi, di più ad una nostra figura di supporto. Le infermiere
devono avere ricevuto una formazione che comprenda il completamento della High School o del
relativo equivalente (la nostra scuola superiore) ed avere completato un programma di studio
riconosciuto e approvato nella professione d’infermiera professionale.Il modello assistenziale degli anni ’80, dove tutta l’assistenza di base veniva erogata solo dagli
infermieri professionali, è stato abbandonato. La ristrutturazione degli ospedali ed i tagli economici
hanno comportato l’inserimento di personale “ausiliario” e la riduzione del numero di infermieri
professionali, che si trovano nella situazione di dover assistere più pazienti di quanti potrebbero e
quindi nella condizione di dover fare svolgere ad altro personale interventi che sarebbero stati di
loro competenza. Il 97% degli ospedali hanno assunto figure quali la “nursing assistano”, “nursing
extender”,”care partner”, ecc. Si tratta di figure non infermieristiche, il cosiddetto “personale di
supporto”, che hanno una preparazione variabile per contenuti e monte ore e sono di sostegno
all’infermiere. Sia i singoli infermieri che le organizzazioni professionali hanno reagito a questa
tendenza con una certa preoccupazione: per la riduzione della qualità dell’assistenza, ma anche per
il rischio che le infermiere corrono quando fanno svolgere alcune attività a personale non
qualificato; è difficile a volte capire cosa può essere delegato ad altri senza compromettere la
qualità dell’assistenza. Le infermiere non risultano preparate a valutare le competenze del personale
ausiliario e questo è un problema che esiste anche in Italia. Negli USA, però, eventuali problemi
creati ai pazienti si pagano cari, fino alla revoca della licenza di esercizio.
Gli ordinamenti didattici in BRASILE sono assai vicino ai nostri. La formazione è universitaria e
si sviluppa in un arco di quattro anni, da un minimo di 3.500 ad un massimo di 4.500 ore. Sono
previste anche le specializzazioni nelle aree clinico-assistenziali e nel management. L’apice del
percorso formativo è costituito dal dottorato.
Esiste però, il problema della carenza delle strutture e dei presidi sanitari: al di là di un ospedale
modello a San Paolo, registriamo ritardi di circa dieci anni rispetto all’Europa, con tutte le
immaginabili conseguenze sulla qualità dell’assistenza; per questo molti infermieri ritengono di
poter ricavare da un’esperienza di lavoro all’estero importanti vantaggi in termini di sviluppo
professionale. Sia la professione medica che quella infermieristica sono sottopagate. Per quel che
riguarda in particolare lo status sociale e professionale, invece, gli infermieri sono una categoria tra
le più amate e stimate dalla gente.
In AUSTRALIA, storicamente, la transizione della formazione a livello universitario è iniziata 25
anni fa circa. Attualmente, la formazione infermieristica è riconosciuta a tutti i livelli completa,
dinamica e di elevato livello accademico. Le aree di specialità clinica offrono opportunità di
aumentare le conoscenze nella pratica clinica nel campo dell’ostetricia, neonatologia, pediatria,
area critica, nefrologia, salute mentale, emergenza, neuroscienze, ortopedia, oncologia, lesioni
spinali, sala operatoria, nursing respiratorio e cardiotoracico.

Partecipa anche tu scrivendo nel Forum OSS - Registrati subito!
Leggi il Regolamento
Cambia la tua immagine del Profilo
Non scrivere maiuscolo - Educazione e Rispetto verso tutti - Impariamo insieme e Divertiti!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

14/01/2011 11:18
Plucio
New entry
New entry
Messaggi: 9
Di più
Autore della discussione
oss in unione europea #35771
insomma alla fin fine non basta per lavorare, e bisogna fare l' integrazione che ogni paese richiede.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

30/01/2011 16:55
rubia_mery
Iscritto+
Iscritto+
Messaggi: 62
Di più
oss in unione europea #36851
In spagna, esiste "Auxiliar de Enfermeria" ha una formazione di 1400 ore ( 1100 ore teoriche e 300 ore tirocinio) Sarebbe ( infermiera generica che c'era una volta in italia). Ma con il attestado di OSSFC puo essere valido

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

17/07/2011 07:32
francia
New entry
New entry
Messaggi: 9
Di più
oss in unione europea #47784
ciao harley essendo che tu sei stata in francia e sai come funziona ho bisogno di te per favore contattami a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. grazie :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

27/07/2011 06:41
Guffo
New entry
New entry
Messaggi: 15
Di più
oss in unione europea #48255
ciao ! sto per trasferirsi in Spania se non ti dispiace vorrei delle informazioni piu detagliate. Sono un OSS però anche sono infermiera diplomata in Russia con esperienza oltre 20 anni. Sii gentile a fornirmi informazioni piu precisi sulla sanita Spagnola . Ringrazio con anticipo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Discussioni simili

Oggetto della discussioneRilevanzaData ultimo messaggio
oss nei servizi di integrazione scolastica1Venerdì, 01 Luglio 2011
oss in sala operatoria1Martedì, 17 Novembre 2009
Infermieri e OSS con le valige in mano possibile spostarli fino a 100Km1Mercoledì, 11 Giugno 2014
Dove posso cercare lavoro?1Giovedì, 10 Novembre 2011
Quali sono le agenzie interinali che inseriscono personale oss Parma e Bologna1Sabato, 29 Novembre 2014
oss domiciliare1Sabato, 27 Agosto 2011
L'OSS può lavorare con bambini (anche disabili) o con tossicodipendenti?1Martedì, 29 Settembre 2015
Turni degli oss in RSA1Domenica, 11 Settembre 2011
assistenza oss a domicilio1Venerdì, 18 Ottobre 2013
oss - autistici1Martedì, 10 Luglio 2012
Moderatori: angy81detlefROBERTA