× Colloquio motivazionale per l'accesso al corso oss

Colloquio motivazionale O.S.S

14/11/2019 15:30
antonello1971
New entry
New entry
Messaggi: 1
Di più
Autore della discussione
Colloquio motivazionale O.S.S #140172
Buongiorno,ho partecipato a una selezione per un corso come operatore socio sanitario , superati i test come primo in graduatoria , arriva il giorno del Colloquio
Motivazionale , mi presento davanti ad una commissione , mi dicono che la prova di un caso e anche andata bene, mi fanno alcune domande anche per valutarmi e poi concludo.
arriva il giorno della graduatoria finale , a mia sorpresa non sono passato tra i primi 25.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

20/11/2019 11:27
Milalucy
New entry
New entry
Messaggi: 5
Di più
Colloquio motivazionale O.S.S #140178
Carissimo come non comprenderti.
È la terza volta che ci provo e mi bloccano durante il Colloquio Motivazionale.
Le domande poi, prettamente personali.
Mi domando ancora quali criteri utilizzino per giudicare.
Su quali basi giudicano il tuo percorso di vita a questo punto, perché questo è quello che mi hanno chiesto.
Mi hanno demoralizzato e da me pretendevano la motivazione.
Mah...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

20/11/2019 20:24
AndreaMNZ
Iscritto+
Iscritto+
Messaggi: 67
Di più
Colloquio motivazionale O.S.S #140183
Scorati antonello1971 e Milalucy,
vorrei aiutarvi nel coronare il vostro sogno di divenire OSS cercando di spiegarvi alcune semplici ma fondamentali cose.

Prima fra tutte il colloquio finale: da un po’ di tempo a questa parte il colloquio con lo psicologo è l’ultimo – e spesso insuperabile – scoglio per accedere a corsi, concorsi e avvisi pubblici e privati.
E’ un professionista, non un improvvisato azzeccagarbugli, ed è chiamato a giudicarvi, sulla base della sua comprovata esperienza, cercando di scovare in voi fobie, dubbi, idiosincrasie, etc.

Seconda cosa, l’importanza di fare una selezione a monte: nell'ultimo quinquennio il livello di preparazione e la necessaria empatia dell’OSS verso l’utente sono clamorosamente calati, dando vita a disservizi ed errori di valutazione che danno luogo ad un’assistenza improvvisata.

Terza ed ultima cosa, l’impegno nel tempo: se (vi auguro) riuscirete nel futuro prossimo a frequentare il corso, tenete bene a mente che per un anno dovrete sempre e comunque mantenere un impegno costante e un’attenzione alta verso le tante sfumature assistenziali che questa professione comporta.

Auguri per il futuro ad entrambi!

Vs. Andrea

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

05/02/2020 17:57
Milalucy
New entry
New entry
Messaggi: 5
Di più
Colloquio motivazionale O.S.S #140252
Caro Andrea,
per prima cosa grazie mille per le tue risposte.
Ho lasciato trascorrere del tempo prima di risponderti con la sola motivazione di prendere le distanze dall'ultima esclusione in sede di colloquio motivazionale (ti ricordo che con quest'ultimo, conto ben tre esclusioni sempre nel corso del colloquio) questo credo ti darà la misura di quanto ci sono rimasta male.
Detto questo, ora provo a risponderti:
- Non ho pensato che le Psicologhe si fossero alleate a sopraffare il povero Renzo, quello che non ho capito è il metodo che utilizzano per considerare o escludere una persona piuttosto che un'altra sull'analisi di risposte sulla tua vita privata.
Mi spiego meglio, mi hanno chiesto di parlare di me e della mia vita, ho raccontato di vivere sola con mio figlio da quando di anni ne aveva due soltanto, oggi ne conta venti, studia all'Università e lavora.
Ho spiegato che lavoro e ho sempre lavorato in un negozio, che mi sono diplomata due volte grazie ai corsi serali in Ragioneria e come Educatore Prima Infanzia, e che dal momento che avevo raggiunto ottimi risultati, avevo pensato di approfondire ed acquisire competenze maggiori come Educatrice allorché mi ero anche iscritta all'università in Scienze della Formazione, superato test accesso e vinta una borsa di studio.
Purtroppo le corna ricevute (amo chiamare le cose con il loro nome) mi avevano imposto, per amore di mio figlio a chiudere in un cassetto i miei sogni con la speranza di trovarmi in una situazione migliore.
Mi interrompono chiedendomi: ma come ci spiega il fatto di aver scelto ed essersi diplomata a due indirizzi così differenti?
Spiego loro che i due diplomi in questione li avevo conseguiti in due tempi fondamentalmente diversi della mia vita, il diploma in Ragioneria perché non avendo potuto diplomarmi prima, per ragioni familiari, e dal momento che l'unico Istituto statale in linea d'aria che si trovava il più possibile vicino al mio posto di lavoro era proprio quello e non essendo all'epoca motorizzata, avevo pensato di conseguirlo comunque tanto l'obiettivo finale era quello di ottenere un lasciapassare per potermi iscrivere all'università e laurearmi come Educatore per potermi spendere a contatto con i bambini.
Da qui, per tastare il terreno mi ero successivamente iscritta al Corso, ho lavorato e frequentato da lì l'approdo in Facoltà.
Ho aggiunto che oggi mio figlio è cresciuto ed è indipendente ragion per cui, ho trovato il coraggio di riaccarezzare il sogno di pensare a me e riconoscendomi la predisposizione verso i più deboli, bambini, anziani e malati, eccomi qui.
Ribattono: Eh, ma lei lavora, come pensa di trovare il tempo per frequentare qui da noi?
Andrea scusami ma a questa domanda mi sono detta tra me e me, ma hanno ascoltato cosa ho detto finora?
Pur trovando questa mia risposta superflua e un tantino lapalissiana, rispondo che entrambi i diplomi li avevo ottenuti lavorando, e dal momento che pur grazie ad enormi sacrifici per ben due volte ce l'avevo fatta.

In ultimo mi chiedono un pregio e un difetto.
Difetto, sono una persona precisa.
Mi interrompono :"Ma questo potrebbe essere un pregio!
Io: certo che sì, dipende forse dal punto di vista, mio figlio su questa cosa mi prende un po' in giro a volte, ecco perché ho finito per annoverarlo tra i difetti.
(grassa risata da parte del trio) poi una di loro aggiunge : Eh, anche mio figlio se ne esce con queste battute, adolescenti...

Pregio: mi considero una persona onesta e perbene.

STOP... tutto qui.

Ora per favore, tu Andrea mi indicherei dove ho lasciato intendere di soffrire di qualche disturbo o fobia?
Perché davvero io non lo comprendo.

Quanto al fatto che come hai detto tu forse per leggerezza sono diventati Oss persone inadatte, fammi capire, siamo noi oggi a dover pagare gli errori di valutazione altrui?

Infine Andrea, ragioniamo:
Io lavoro attualmente per un'azienda sana, con un contratto a tempo indeterminato, percepisco un ottimo stipendio, tra 9 anni andrò pure in pensione, per quale arcano motivo mi rimetterei in gioco in questa avventura se non fossi realmente motivata ad adoperarsi per chi soffre???

A questo punto se hai suggerimenti per correggere il tiro a settembre perché non intendo gettare la spugna, sarò ben felice di ascoltare i tuoi consigli e farne tesoro, perché essere sinceri mi è costata la triplice esclusione.

Ah, dimenticavo!
Anche in sede di esame, nel Corso per diventare Educatore Prima Infanzia vi erano in Commissione tre Psicologhe eppure ho superato tutte le prove con il massimo dei voti.
Ora mi chiedo, o si erano ubriacate loro nel valutarmi oppure devono aver alzato il gomito queste ultime tre, perché qualcosa non mi torna.
Passami quest'ultima mia frase ironica va, rido per non piangere.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

11/02/2020 21:19
AndreaMNZ
Iscritto+
Iscritto+
Messaggi: 67
Di più
Colloquio motivazionale O.S.S #140256
Dubbiosa Milalucy,
è chiaro che lo psicologo di turno del colloquio motivazionale non è un nemico il cui compito è sopprimere le ambizioni delle persone, bensì è qualcuno che – secondo l’ente organizzatore – deve comprendere chi ha le caratteristiche giuste per svolgere quella determinata mansione.

Premesso ciò, non ho la più pallida idea di quali siano le rispose giuste da dare, ne tantomeno le motivazioni che lo psicologo vuole sentire...però, per farti un esempio, conosco un paio di motivazioni da NON DARE se si vuole entrare nelle Forze dell’Ordine.

PRIMA...voglio entrare nelle Forze dell’Ordine per aiutare la gente: a casa a calci in culo (scusa il francesismo).
SECONDA...fare qualcosa per il mio Paese: a casa con raccomandata di sola andata.

Cito queste due motivazioni perché la prima vale anche per la figura del medico/infermiere/OSS: si può aiutare le persone – e non sai quanto – anche facendo volontariato, senza per questo dover prendere un titolo di studio.

Poi, leggendo attentamente ciò che scrivi, ne traggo – forse sbagliando – elementi a tuo sfavore...
- desumo che non sei né una ventenne, né una trentenne: io che all’epoca del colloquio di anni ne avevo quasi 50, stavo per essere eliminato per questo fattore (mi salvò l’essere molto prestante e non dimostrare la mia età) perché l’età "avanzata" è sicuramente un elemento a sfavore;
- il lavoro full time (35/40 ore settimanali), a meno che di fare un corso con svolgimento nel weekend, sempre che uno non lavori nel weekend;
- l’avere un lavoro a tempo indeterminato: nessun psicologo può avallare l’idea che una persona sana di mente lasci un lavoro a tempo indeterminato per andare a fare un lavoro a tempo determinato, spesso sotto pagato (specie se lavori per cooperative, magari come assistente familiare);
- i tuoi due titoli di studio, troppi per una mansione da operaio (quest’è l’OSS) dove basta il diploma di scuola media inferiore.

Consigli non ne ho, tu sei quella che sei, non rinnegare te stessa per correre dietro ad un sogno per esaudire un tuo desiderio.

Un’ultima precisazione: quando ho scritto che in passato un numero sensibile di persone inadatte al ruolo è diventato OSS, non intendevo dire che oggi voi ne pagate il prezzo, ma solo che moltissimi di loro, preso l’attestato, hanno poi scelto di fare tutt’altri lavori.

Ti do un dato per riflettere: detto che il mio corso comprendeva 26 studenti, siamo solo in 4 a fare questo lavoro.

Vs. Andrea

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Discussioni simili

Oggetto della discussioneRilevanzaData ultimo messaggio
Colloquio motivazionale2Mercoledì, 02 Dicembre 2015
Colloquio motivazionale2Mercoledì, 20 Novembre 2019
colloquio motivazionale per diventrare oss1Martedì, 12 Ottobre 2010
curiosità che non c'entra nulla con il mio colloquio motivazionale ...1Giovedì, 03 Dicembre 2009
Colloquio Torino1Lunedì, 21 Ottobre 2013
Selezione per corso O.S.S1Venerdì, 29 Aprile 2016
Colloquio1Mercoledì, 19 Febbraio 2014
un piccolo sfogo riguardo al mio colloquio motivazionale...1Giovedì, 13 Gennaio 2011
colloquio preselezione0Mercoledì, 25 Ottobre 2017
Domani ho colloquio0Domenica, 06 Marzo 2011
Moderatori: angy81detlefROBERTA