F.S I. presenta le rivendicazioni della categoria professionale degli OSS

  • elisir
  • Avatar di elisir
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20416 da elisir
Carissimo Giuseppe Midiri
mi compiaccio per avere pubblicato la notizia,
si in parte mi interessa particolarmente come membro ed iscritto di questa O.S. fsi usae.
Credo che, a parte i commenti che sono stati fatti, sia opportuno afferma alcuni concetti:
primo è che bisognerebbe che qualcuno smettesse sempre di criticare l'operato fatto, ma provasse anche lui a fare qualcosa. In questo ambito se tutte le O.O.S.S. e le varie associazioni sparse per tutte l'Italia, invece di pensare solamente al numero di tessere o alle proprie clientele, pensassero ai problemi reali dei lavoratori e a risolverli in modo pragmatico forse molti dei problemi dei lavoratori si sarebbero già risolti.
il secondo è che i lavoratori, compresa me, dovremmo imparare ad essere attivisti nel propria vita lavorativa e a difendere i propri diritti nel lavoro e nel sindacato. Lamentarsi e basta non è mai servito a nulla.
il terzo concetto è che, sì, difendo il lavoro svolto dal coordinamento nazionale degli oss fsi usae e della propria segreteria nazionale, per il lavoro svolto a Perugia, per la presentazione della legge riguardante gli obiettivi da noi analizzati. Tutto questo perchè senza risolvere quei problemi alla base (un profilo chiaro e uniforme su tutto il territorio nazionale, riconoscimento ruolo sanitario, una formazione comune adeguata e gratuita, perchè finanziata dalle Regioni, così come avviene in Piemonte ecc)un albo riconosciuto a livello nazionale è difficile ottenerlo, si può solo avere un albo interno ad una Associazione.
Quindi invece di lamentarsi proviamo a fare qualcosa insieme, per il nostro interesse
grazie per l'attenzione
cordiali saluti
oss, educatrice
Bertolino Carla Elisabetta
osspiemonte fsi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • elisir
  • Avatar di elisir
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20418 da elisir
Carissim0/mi
parliamo di orari di lavoro... idem FSI che significa?
La discussione è sull'informazione che tu hai messo sul tuo sito, ossia (la fsi presenta le rivendicazioni della categoria professionale degli OSS?
Orari di Lavoro:
visionare CCLN E CCIA in più Dec. leg 66/2003 e varie modifiche del nostro ministro brunetta.
Oppure, se ne avete voglia e tempo andate a vedervi il vademecum orari di lavoro e lavoro notturno in merito alla sicurezza del lavoro? dieci punti ben chiari sul sito regionale fsi piemonte, blogroll a dx e digita sul sito web oss piemonte ecc...
Al di là di tutto non c'è stata una critica su quei punti elencati dalla fsi, quindi vuol dire che vanno bene!
Si,Signori e Signore, quei punti sono corretti o forse avete dei suggerimenti, qualcosa da aggiungere?
Ogni suggerimento o consigli nell'interesse della categoria è ben accetto.
grazie e saluti
carla bertolino

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • leone
  • Avatar di leone
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20451 da leone
elisir ha scritto:

Carissimo Giuseppe Midiri
mi compiaccio per avere pubblicato la notizia,
si in parte mi interessa particolarmente come membro ed iscritto di questa O.S. fsi usae.
Credo che, a parte i commenti che sono stati fatti, sia opportuno afferma alcuni concetti:

primo è che bisognerebbe che qualcuno smettesse sempre di criticare l'operato fatto, ma provasse anche lui a fare qualcosa. In questo ambito se tutte le O.O.S.S. e le varie associazioni sparse per tutte l'Italia, invece di pensare solamente al numero di tessere o alle proprie clientele, pensassero ai problemi reali dei lavoratori e a risolverli in modo pragmatico forse molti dei problemi dei lavoratori si sarebbero già risolti.
il secondo è che i lavoratori, compresa me, dovremmo imparare ad essere attivisti nel propria vita lavorativa e a difendere i propri diritti nel lavoro e nel sindacato. Lamentarsi e basta non è mai servito a nulla.
il terzo concetto è che, sì, difendo il lavoro svolto dal coordinamento nazionale degli oss fsi usae e della propria segreteria nazionale, per il lavoro svolto a Perugia, per la presentazione della legge riguardante gli obiettivi da noi analizzati. Tutto questo perchè senza risolvere quei problemi alla base (un profilo chiaro e uniforme su tutto il territorio nazionale, riconoscimento ruolo sanitario, una formazione comune adeguata e gratuita, perchè finanziata dalle Regioni, così come avviene in Piemonte ecc)un albo riconosciuto a livello nazionale è difficile ottenerlo, si può solo avere un albo interno ad una Associazione.
Quindi invece di lamentarsi proviamo a fare qualcosa insieme, per il nostro interesse
grazie per l'attenzione
cordiali saluti
oss, educatrice
Bertolino Carla Elisabetta
osspiemonte fsi


Bravissima!! Carissima Elisir sono d'accordissimo!

E' da molto tempo che stò combattendo per unire le forze cercando di convincere più colleghi possibili a partecipare! Però.....non è facile! Gli ostacoli sono tanti e tu.....l'hai capito molto bene!Non ci resta che continuare a comunicare con la speranza che si inizia ad avere "Buon senso".

Colgo l'occasione per ringraziare te e la F.S.I. per l'impegno.

Ciao Spartacus

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Ninfea
  • Avatar di Ninfea
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20471 da Ninfea
Ma vedete che allora andiamo tutti nella stessa direzione e nemmeno ce ne accorgiamo?
Invece di stare sempre a farci la guerra non sarebbe meglio unire le forze per il bene comune?

E poi BASTA attaccarsi anche sulle piccolezze. Da parte di tutti però.


Ogni giorno ognuno di noi lotta per i suoi diritti nel suo piccolo, lo fa con le possibilità che ha e con le capacità di cui dispone.
Spesso si producono sterili lamentele perchè non si ha la forza di farsi valere, la capacità di uscire da una determinata situazione o semplicemente la voglia di farlo perchè si pensa sia meglio lasciarlo fare ad altri.
Altre volte invece è il contrario. Ma non siamo tutti uguali ed è anche un pò egoistico pensare di esserlo.
Sbagliato è anche il criticare chi sceglie di stare in seconda/terza e anche quarta fila, perchè seppur possiamo essere in disaccordo dovremmo capire che ognuno è libero di fare ciò che vuole nel rispetto altrui.

Detto questo mi sembra che qui si stia lavorando molto sul riconoscimento dei diritti dell'OSS.
Le lamentele/polemiche sterili vengono quasi subito ridimensionate.
Trovo che ci sia quasi sempre rispetto per l'altro e se è mancato sicuramente ci saranno occasioni per riparlarne in apposita sede chiarendo i punti più difficili delle questioni create e cercandone insieme la soluzione migliore.

Lavoriamo uniti verso un futuro migliore.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • elisir
  • Avatar di elisir
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20498 da elisir
Credo si, ma sarebbe utile affrontare il discorso più nel dettaglio.
L'oss come riconoscimento a ruolo sanitario non credete che sia una conquista per tutti gli oss che lavorano, negli ospedali, enti locali di assistenza e nelle cooperative e da li poi ripartire per rivendicare un equo compenso economico nei contratti?
Perchè poco importa se viene riconosciuto in una categoria C se sei sempre ruolo tecnico o se viene classificato come altri "profili", Da lì devi sempre ripartire per riconquistarti giorno dopo giorno, indennità di rischio, reperibilità che ti fanno fare quando ne hanno bisogno e quando non servi più ti ricordano che sei a ruolo tecnico e per questo non ti spettano. I pagamenti a gettone ecc... progetti speciali per i profili sanitari e che coinvolgo anche gli oss per le competenze che hanno a fianco l'infermiere ecc
(es.. in alcuni contesti di lavoro gli oss fanno solo reperibilità di domenica e sabato, mentre gli infermieri di settimana... guarda caso per qualcuno il week end è sacro per gli oss no p.s. proposta del coordinatore) come è finita: Bocciata dal popolo oss, perchè non applicabile!!!
La differenza tra b e c è minima nel ruolo tecnico, e poi l'oss per profilo non svolge mansioni di assistenza di base e per questo perchè non essere ruolo sanitario per il lavoro che si svolge accanto all'infermiere professionista?
Secondo, e quì mi rivolgo soprattutto ai giovani oss, non credete che sarebbe opportuno una formazione maggiore di questi tempi?
Quale tipo di formazione per voi sarebbe più opportuno possedere e avviare per gli oss?
Che cosa volete in ambito formativo per il futuro, a parte gli Ecm?
Terzo, a livello nazionale bisognerebbe mettere mano agli enti formativi che in alcune regioni, non solo si paga per il corso oss, anzi si richiede una tassa superiore a quella di un anno di università.
Voi che cosa ne pensate?
Carla Bertolino
il sito web in fondo dice chiaramente chi sono e da dove provengo.
Grazie a Leone e a tutti coloro che hanno partecipato alla discussione e che in futuro esprimeranno il loro contributo e opinioni

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • leone
  • Avatar di leone
  • Visitatori
  • Visitatori
14 Anni 3 Settimane fa #20514 da leone
Ciao carla la tua analisi è perfetta!

Il mio pensiero è che per raggiungere qualsiasi obiettivo è necessario combattere!

Questa consapevolezza mi dà forza di insistere per convincere più oss possibili a partecipare su due binari..."Sindacato" e "Associazione".
Nel sindacato è importante il numero perchè è importante creare una maggioranza che ti permette di far eleggere più oss possibili nelle RSU e nello stesso tempo cercare con il peso della rappresentatività di pretentere la presenza di oss nei tavoli dove si decide.... nelle segreterie sindacali(aziendali,comprensoriali,regionali e perchè no!...anche nazionale.

L'associazione? E' importante unire le forze perchè divisi siamo deboli! Uniti è tutta un'altra musica!

Il mio sogno è una Federazione forte con le idee chiare e giuste!

I siti e i forum che informano gli oss devono essere amici con una sola linea politica per evitare confusione.

Con queste basi allora il combattimento sarà ad armi pari!

Sicuramente vinceremo la guerra! Perchè siamo nel giusto!


E' giusto adeguare ed uniformare la formazione su tutto il territorio nazionale per avere i requisiti necessari per essere riconosciuti veri professionisti.
E' giusto che i corsi siano gratis.
E' giusto che vengano riconosciuti gli istituti contrattuali come gli altri professionisti.

Ciao Spartacus

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: angy81detlefROBERTA
Tempo creazione pagina: 0.237 secondi