× Hai problemi sul lavoro o al corso oss ? Inserisci qui le tue richieste

Alla ricerca di consigli e suggerimenti per l'assistente domiciliare.

22/01/2017 10:51 22/01/2017 10:55 da gmanca85.
gmanca85
New entry
New entry
Messaggi: 2
Di più
Autore della discussione
Alla ricerca di consigli e suggerimenti per l'assistente domiciliare. #133362
Come ho già spiegato nel POST DI PRESENTAZIONE sto per iscrivermi ad un corso O.S.S. presso l'Istituto Enrico Fermi, a Perugia.

Per la domanda di rito, se sia o meno un ente abilitato, mi premurerò di contattare il comune.. (chi ne avesse cognizione, lo dica)
Sugli importi non è certo il più economico, la voce di investimento si attesta sui 3000€, sarei anche disposto in sincerità..
Lascio questo 3d in sospeso, in attesa delle vostre opinioni, specifiche e non.. sono nella direzione giusta?

E' una domanda un pò retorica, perchè essendomi soffermato su vari vostri post, ho notato più volte la giusta e legittima considerazione che vede l'inserimento in corsi gratuiti erogati dalle regioni la scelta migliore.. son d'accordo con voi, e al tempo stesso aggiungo che la mia è una scelta pragmatica. Dopo quasi un anno e mezzo a regime continuativo, ho la possibiltà di sganciarmi dal lavoro proprio quei giorni in cui ricadono le lezioni condividendo le spese extrva con un amico che lì si è già iscritto. E' tutto nuovo per me, la mia esperienza sul campo è nulla se paragonata alla vostra, che vi vede disporre di un notevole bagaglio teorico/tecnico oltremodo utile e necessario. Ragionandoci a posteriori io stesso non immaginavo di avviarmi in questa professione, l'assistenza per l'appunto. Ho fatto decine di lavori molto ma molto diversi, tutto è iniziato anni fa pensate, come guardiano di un giardino botanico, nel quale risiedeva un anziano solo. Mi trovai quindi da una parte ad aver cura del luogo, dall'altra ad aver cura di chi lo abitava. E questo ha dato il via a tutto il resto..

Per abitudine sulle prime non mi direi particolarmente interessato all'inquadramento in strutture pubbliche o private, trovo l'ambiente familiare a me più consono.. quel che è certo è che si ha modo di instaurare un rapporto più diretto e personale con l'assistito. Lo si paga in termini di orari di lavoro, che diventano più lunghi e serrati rispetto ai turni da coprire magari anche meglio retribuiti. Questa la mia opinione ora come ora, senza nulla togliere a tutti quelli che appunto si impegnano diversamente.

Augurandomi di ricever risposte, torno a salutarvi tutti. Buon proseguimento di giornata.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: angy81detlefROBERTA