ASP Palermo Avviso di mobilità per Infermieri e OSS

Avviso pubblicato sulla G.U.R.S Serie Speciale Concorsi n. 2 del 23/02/2018
GURI - Serie Speciale Concorsi ed esami n. 23 del 20/03/2018
Scadenza presentazione istanze il 19/04/2018

REGIONE SICILIANA
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE
PALERMO

Avviso mobilità regionale ed interregionale, per titoli e colloquio, per la copertura di posti di diverse figure professionali afferenti al personale del Comparto

In esecuzione della deliberazione n. 33 del 18/01/2018 è indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità in ambito regionale ed in subordine interregionale, per la copertura dei seguenti posti:
n° 81 posti di Collaboratore professionale Sanitario ( Ctg D): Infermiere
n° 10 posti di Operatore Socio Sanitario (Ctg BS)
n 06 posti di Operatore Tecnico Specializzato Ctg bs): Autista di Ambulanza

Requisiti di ammissione

Gli interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
1. essere dipendenti a tempo indeterminato di Aziende ed Enti pubblici del Servizio Sanitario Nazionale nel profilo professionale a concorso
2. aver superato il periodo di prova;
3. avere la piena idoneità fisica al posto da ricoprire senza alcuna limitazione o prescrizione;
4. non avere subito nell'ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione del presente bando sanzioni disciplinari definitive superiori al rimprovero scritto;
5. non aver subito condanne penali né avere procedimenti penali pendenti che siano ostativi all’instaurazione e/o al proseguimento del rapporto di pubblico impiego pubblico;
6. essere iscritti ai rispettivi albi dell’ordine di appartenenza ove esistenti e se richiesti dal profilo posseduto;
7. essere in possesso del nulla osta preventivo al trasferimento rilasciato dall’ente di provenienza.

Tutti i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione al presente avviso.

La presente procedura è subordinata agli esiti negativi dell’iter procedurale previsto dalla legge n. 03 del 16.01.2003 e dagli articoli 33, 34 e 34/bis del Decreto Legislativo del 30 Marzo 2001 n. 165 e successive modifiche ed integrazioni, nonché alla procedura di ricollocazione delle eccedenze aziendali.

Domande di ammissione

Nella domanda (secondo il modello ALLEGATO A) gli aspiranti dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000 per le ipotesi di falsità di atti e dichiarazioni mendaci, di essere in possesso dei requisiti previsti per la copertura del relativo posto, allegando alla stessa autocertificazione, ai sensi della Legge 12 novembre 2011 n. 183,relativo al servizio prestato, un dettagliato curriculum formativo e professionale dal quale si evincono le capacità professionali possedute, nonché tutte le autocertificazioni relative ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione.

Alla domanda deve essere allegata, altresì, dichiarazione liberatoria, Allegato “1”, al fine di poter pubblicare sul sito internet aziendale i verbali integrali della Commissione Esaminatrice e gli esiti della valutazione, nonché un elenco dei titoli e dei documenti presentati, e copia della ricevuta comprovante l’avvenuto versamento della tassa di concorso di €. 10,00 - non rimborsabile - sul conto corrente postale n. 19722909, intestato all’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo - Servizio Tesoreria - completa di casuale del versamento.

I titoli devono essere prodotti in copia autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dal D.P.R. n° 445 del 28/12/2000, mediante:
1) "Dichiarazione sostitutiva di certificazione" ( vedi Allegato “B”) anche contestuale all'istanza, nei casi indicati dall'art. 46 del citato D.P.R. n° 445/00 relative, ad esempio a: titolo di studio, iscrizioni ordini professionali, qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione e di aggiornamento e comunque tutti gli altri stati previsti dal citato art. 46;
2) "Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà" ( vedi Allegato “ C”) per tutti gli altri stati, qualità personali e fatti non espressamente indicati nel citato art. 46 del D.P.R. 445/000 (da utilizzare, in particolare, per autocertificare i servizi prestati presso strutture pubbliche e/o private, nonché borse di studio, attività di docenza, partecipazione corsi di formazione, di aggiornamento, convegni, etc . …);
Il servizio dovrà essere autocertificato esclusivamente mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, pena non valutazione;
3) Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ( vedi Allegato “D”) per autocertificare la conformità all’originale di copie allegate di titoli o documenti che il candidato ritenga di allegare alla domanda, ad esempio per le eventuali copie di diplomi e corsi di studio, di formazione, di pubblicazioni, etc…

I modelli a tal fine utilizzabili sono allegati al presente bando, contrassegnate con le lettere “ B”, “ C”, “ D”.
In ordine all’art. 15 della Legge n. 183/2011 non potranno essere accettate certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione. Pertanto qualora il candidato presenti tali certificati gli stessi non saranno presi in considerazione, ad eccezione di quelli rilasciati prima dell’entrata in vigore della citata legge n. 183/2011.

Le eventuali pubblicazioni dovranno essere edite a stampa (non manoscritte, né dattilografate, né poligrafate) anche in unico esemplare, avendo cura di evidenziare il proprio nome e cognome. Le pubblicazioni devono essere allegate in originale o in copia dichiarata conforme all’originale (mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, vedi Allegato “ D”, come sopra indicato), resa secondo le modalità previste dalla normativa vigente, con cui il candidato dichiara che le stesse sono conformi all’originale. Non verranno valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti l’apporto del candidato.
I titoli conseguiti all’estero saranno considerati utili purché riconosciuti equipollenti ai titoli italiani.

La firma in calce alla domanda di partecipazione non necessita di autenticazione, ai sensi della L. 127/97, in tal caso, però, deve essere allegata – pena esclusione - la fotocopia di un documento d'identità personale.
Il documento di identità di cui si produce fotocopia deve essere in corso di validità.

Si precisa che le dichiarazioni sostitutive attestanti titoli valutabili e/o requisiti di ammissione, verranno accettate solo se redatte in modo conforme a quanto previsto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 445/00, anche in ordine all’assunzione di responsabilità delle dichiarazioni rese; andrà allegata fotocopia documento d’identità valido, pena la mancata valutazione dei titoli. In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà deve contenere l'esatta denominazione dell'Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo indeterminato/determinato, tempo pieno/part-time), le date d'inizio e di conclusione del servizio, nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensioni etc.), e quant'altro necessario per valutare il servizio stesso. Nella autocertificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art. 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n° 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Modalità e termine di presentazione delle domande

Le domande di partecipazione all’avviso, redatte in carta semplice, devono essere indirizzate al Commissario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, presso il Dipartimento Risorse Umane, Sviluppo Organizzativo e Affari Generali, Via Pindemonte, 88, Padiglione 23 - Cap. 90129 Palermo, e spedite, in plico raccomandato A.R. mediante servizio postale o inviate con posta certificata (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), nel caso in cui il partecipante sia in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC), entro il termine perentorio del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione dell'estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, a pena di esclusione.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo. A tal fine farà fede il timbro a data dell'Ufficio postale accettante o la data di invio della PEC. Le domande trasmesse mediante PEC saranno valide solo se inviate in formato non modificabile e se:
sottoscritte mediante firma digitale;
oppure sottoscritte nell’originale scansionato ed accompagnate da fotocopia del documento di identità in corso di validità.

Si fanno salve in ogni caso le modalità prescritte dall’art 65 del D. Lgv 7 marzo 2005 n 82. Non saranno imputabili all’Amministrazione eventuali disguidi postali o errori nell’invio mediante PEC. Il termine di presentazione delle istanze e dei documenti è perentorio, l’eventuale riserva di invio successivo di documenti o il riferimento a documenti e titoli in possesso dell’Amministrazione è priva di effetto.

Non saranno comunque prese in considerazione le domande che, ancorchè spedite entro il prescritto termine, dovessero, tuttavia, pervenire dopo la data di insediamento della commissione esaminatrice.

Per finalità di carattere esclusivamente organizzativo, all’ esterno della busta utilizzata per l’invio della domanda di partecipazione alla selezione, dovrà essere apposta la dicitura “ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALL’AVVISO PER MOBILITA’ REGIONALE ED INTERREGIONALE DI ……….( Indicare il profilo per cui si intende concorrere). Compilare distinte domande nel caso si intenda partecipare a diversi profili, in caso contrario verrà disposta l’esclusione da tutte le selezioni.

Ammissione dei candidati

Alla selezione saranno ammessi tutti coloro che presenteranno domanda di partecipazione con riserva dell’accertamento sul possesso dei requisiti da parte del competente ufficio prima dell’atto di nomina. Qualora dall’esame della domanda e della documentazione prodotta si dovesse accertare la carenza dei requisiti per l’ammissione, l’Amministrazione con apposito provvedimento motivato dispone la decadenza dal diritto della nomina.

Commissione Esaminatrice

La Commissione esaminatrice per ciascuna procedura concorsuale viene nominata, con apposito provvedimento, ad insindacabile giudizio del Commissario.

Valutazione dei titoli e colloquio

I titoli saranno valutati ai sensi delle disposizioni contenute nel richiamato D.P.R. n. 220/01, nonché del Regolamento Aziendale di cui alla delibera n. 726 del 30 luglio 2012, integrata con deliberazione n 252 del 7 marzo 2014 e n. 332 del 15 aprile 2014, al quale si rinvia e il cui testo è visionabile sul sito web aziendale sezione Regolamenti. I titoli saranno valutati dalla Commissione Esaminatrice.

Per il personale appartenente al profilo della categoria D : I punteggi per i titoli e il colloquio sono complessivamente 35 così ripartiti - 30 punti per i titoli; - 5 punti per il colloquio. I punti per le valutazioni dei titoli sono ripartiti fra le seguenti categorie: - Titoli di carriera punti 10,00 - Titoli accademici e di studio punti 10,00 - Pubblicazioni e titoli scientifici punti 5,00 - Curriculum formativo e professionale punti 5,00 Per il personale appartenente al profilo della Categoria BS I punteggi per i titoli e il colloquio sono complessivamente 45 così ripartiti: - 40 punti per i titoli; - 5 punti per il colloquio. I punti per le valutazioni dei titoli sono ripartiti fra le seguenti categorie: - Titoli di carriera punti 15,00 - Titoli accademici e di studio punti 12,00 - Pubblicazioni e titoli scientifici punti 5,00 - Curriculum formativo e professionale punti 8,00

La Commissione attribuirà ai candidati il punteggio formulando la valutazione con riferimento sia al curriculum che al colloquio che ha esclusiva natura motivazionale e non assume il valore di prova di idoneità.

Il Colloquio motivazionale sarà diretto a valutare e a individuare le capacità professionali acquisite nelle precedenti esperienze lavorative del candidato attinenti:
alla professione di Collaboratore professionale Sanitario (ctg D) Infermiere e alla professione di Operatore Socio Sanitario (Ctg BS) e di Operatore Tecnico Specializzato ( CTG BS): Autista di Ambulanza

A parità di punteggio nella graduatoria opereranno i criteri previsti dall’art. 5 del D.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni, e dall’art. 3, comma 7 della L. 127/1997, come modificato dall’art. 2, comma 9, della L. n. 191/1998.

La Commissione formulerà due distinte graduatorie una regionale ed una interregionale; quella regionale avrà la priorità rispetto a quella interregionale, atteso che la prima non comporta oneri aggiuntivi di spesa per il personale del SSR.

Prima di procedere al colloquio ed alla valutazione dei titoli la commissione stabilisce i criteri di valutazione tenuto conto della specificità del posto da ricoprire.

La Commissione provvederà a convocare i candidati ammessi per l'effettuazione del colloquio con lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno venti giorni prima della data del colloquio stesso. Il colloquio deve svolgersi in aula aperta al pubblico.

Nomina dei vincitori

La nomina del vincitore avverrà con provvedimento motivato ad insindacabile giudizio del Commissario sulla base della graduatoria formulata dalla Commissione Esaminatrice, previo accertamento del possesso dei requisiti per partecipare al concorso.

Per la nomina dei vincitori si darà priorità alla mobilità regionale.

Il personale comandato presso l’ASP Palermo, che presenta apposita istanza di partecipazione al presente avviso, ha la precedenza assoluta nella nomina rispetto agli altri candidati utilmente collocati nell’elenco degli idonei.

Il concorrente dichiarato vincitore, ai fini dell'assunzione in servizio, prima della stipula del contratto individuale di lavoro, dovrà far pervenire, pena decadenza, i documenti che saranno indicati nella richiesta stessa.

Al fine di assicurare la stabilità della unità operativa di assegnazione, il dipendente mobilitato non potrà chiedere trasferimento presso altre aziende prima di due anni di servizio effettivo. Parimenti, durante lo stesso periodo, non potrà chiedere di essere trasferito in altre strutture aziendali, fatti salvi i casi di ristrutturazione delle unità operative di appartenenza e/o di trasferimento d’ufficio per comprovate esigenze.

L’assegnazione della sede di lavoro avviene a titolo provvisorio e potrà divenire definitiva solo dopo l’espletamento delle procedure di ricollocazione delle eccedenze e di mobilità interna del personale già in servizio.
Pertanto, in sede di stipula del contratto individuale di lavoro, gli interessati dovranno riconoscere all’Azienda la facoltà del loro eventuale trasferimento in altra sede aziendale, in mancanza di posto vacante nella sede iniziale ad avvenuto completamento delle procedure anzidette.
Il rapporto di lavoro è a tempo indeterminato pieno e di tipo esclusivo.

Norme Finali

Per tutto quanto non contemplato dal presente bando, si rinvia alle disposizioni di legge vigenti in materia di mobilità e di reclutamento a tempo indeterminato di personale.

Le istanze di mobilità che sono già pervenute o che perverranno prima della pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione, in quanto il presente avviso costituisce a tutti gli effetti notifica nei confronti degli interessati.

Il presente avviso sarà pubblicato integralmente sulla GURS e all’Albo Aziendale, sito in Via G. Cusmano, 24, Palermo, nonché sul sito internet: www.asppalermo.org di cui se ne potrà estrarre anche copia e, per estratto, sulla GURI e su due quotidiani (di cui uno a diffusione regionale ed uno a diffusione nazionale).

L'Azienda si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere, revocare il presente bando, in relazione a nuove disposizioni di legge o per comprovate ragioni di pubblico interesse o per esigenze di carattere organizzativo interno all’Azienda,senza che i candidati possano sollevare eccezioni o vantare diritti di sorta.
Analoga facoltà di revoca l’Azienda si riserva di esercitare qualora nelle more intervenga l’assegnazione di personale a seguito della procedura di cui all’art. 7 Legge n.3 del 16/01/2003.

L’Azienda, altresì, si riserva la possibilità di modificare le entità numeriche dei posti di cui al presente bando a seguito dei processi di stabilizzazione del personale precario con consequenziale modifica del piano del fabbisogno del personale e/o a seguito di disposizioni da parte dell’organo tutorio regionale in merito alla dotazione organica dell’azienda e ciò senza che i candidati possano sollevare eccezioni o vantare diritti di sorta.

L’immissione in servizio dei vincitori delle procedure di cui sopra avverrà nel rispetto delle norme vigenti nel tempo in materia di assunzioni di personale; la sede di assegnazione sarà individuata al momento della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.

I documenti allegati alla domanda di partecipazione saranno restituiti, a richiesta, a cura e a spese del candidato, decorsi i termini per la presentazione del ricorso giurisdizionale. Il candidato potrà ritirare i documenti prima del predetto termine, ma dopo l'intervenuta esecutività della deliberazione di esito del concorso, dietro presentazione di apposita richiesta, nella quale dovrà essere esplicitamente dichiarata la rinuncia a presentare ricorso avverso la procedura d'interesse.

L'Azienda Sanitaria Provinciale garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro, ai sensi del D.Lgs. n° 165/2001.
Ai sensi e per effetto del D.lgs n° 196/2003 l'Azienda Sanitaria Provinciale è autorizzata al trattamento dei dati personali dei concorrenti, finalizzato agli adempimenti per l'espletamento della presente procedura.

Per eventuali informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi al Dipartimento Risorse Umane, Sviluppo Organizzativo e Affari General i- UO “ Acquisizione risorse umane” dell’ASP Palermo, sito in Palermo, Via Pindemonte n° 88 - Padiglione 23 – Tel. 091/7033944, nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30.

Ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241 il Responsabile del procedimento concorsuale, di cui al presente avviso, è il Dirigente dell’UO competente.

Copia del presente avviso potrà essere consultato sul sito internet www.asppalermo.org (alla Sezione Avvisi/Concorsi).

IL COMMISSARIO (Dr. Antonino Candela)

Come vincere i concorsi oss

Per prepararti al meglio a questo concorso oss ti consigliamo di leggere le nostre Guide gratuite ai concorsi oss

Libri per i concorsi oss

Stai cercando dei libri per i concorsi oss? Una selezione dei migliori libri per prepararti al meglio ai concorsi oss puoi trovarla al seguente link: Libri oss

Potrebbe interessarti:

Autore
redazione
Autore: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune informazioni su di me:
www.operatoresociosanitario.net il sito dedicato all'operatore socio sanitario (oss)
Ultimi articoli di questo autore

SEGUICI ANCHE SU

Ultimi concorsi oss

Ultime notizie