Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

OSS e accesso al credito: Come chiedere prestito o mutuo



OSS come chiedere un prestito o mutuo

OSS e accesso al credito. Qualche consiglio prima di chiedere un prestito o un mutuo.
Come e quando è possibile chiedere un prestito o un mutuo e quanto si può ottenere.

Una nuova auto o perchè no una casa di proprietà, perché a fronte degli attuali tassi di interesse sui mutui casa spesso costa meno dell'affitto. Rinegoziare i diversi prestiti già in corso, estinguerli e avere una nuova unica rata mensile. Pagare i lavori del dentista o l'università alla figlia che studia fuori sede.

Possono essere le più disparate motivazioni ad indurci a ipotizzare di rivolgerci ad una banca o ad una finanziaria per richiedere un nuovo prestito o un mutuo.

Sappiamo benissimo, purtroppo, che lo stipendio medio di un operatore socio sanitario italiano si aggira intorno ai 1200 euro mensili, cifra questa che certamente non ci permette di affrontare tutte le spese agevolmente. Se stai pensando di richiedere un finanziamento quindi, sicuramente troverai qualche consiglio interessante che ti chiarirà un pó le idee.

Quando é possibile chiedere un prestito e quanto possiamo ottenere?
In generale è possibile ottenere un prestito o un mutuo quando disponiamo di adeguate garanzie e nello specifico in primis un contratto di lavoro a tempo determinato o ancora meglio a tempo indeterminato. Difficilmente infatti riusciremo a trovare un prestito se siamo disoccupati.

Quale cifre può ottenere un operatore socio sanitario che si accinge a richiedere un prestito o un mutuo?
Dipende da diversi fattori che comprendono, come abbiamo già visto, le garanzie possedute ovvero il contratto di lavoro a tempo determinato o meglio indeterminato. La solidità del datore di lavoro, se privato o pubblica amministrazione. Una piccola cooperativa sociale puó non pagare regolarmente i propri dipendenti o potrebbe fallire mentre la pubblica amministrazione, fino ad oggi almeno, paga regolarmente ogni mese e non è esposta ai fallimenti delle aziende private.

Ma altre garanzie sono anche il possedere altri redditi oltre a quelli da lavoro dipendente o proprietà immobiliari, ancora l'età anagrafica del richiedente e non meno importante la presenza di eventuali garanti che possono aiutare il debitore garantendo per lui in caso di necessità.

Qual é la rata del prestito o del mutuo sopportabile per un operatore socio sanitario?
La rata mensile massima che un oss può sostenere varia da 300 a 500 euro mensili. Tale cifra deriva dalla prassi che prevede di non esporsi in posizioni debitorie per oltre un terzo del proprio reddito che come abbiamo visto, per l'operatore socio sanitario ammonta, mediamente, a 1200 euro mensili.

Per alcune tipologie di prestiti personali si prevede la soglia massima del 20% dello stipendio. La cosiddetta cessione del quinto dello stipendio che prevede appunto una trattenuta pari ad un quinto dello stipendio direttamente in busta paga.

Conviene stipulare una assicurazione legata al finanziamento che protegga il debitore del prestito o mutuo?
Questi prodotti assicurativi, spesso opzionali, possono mettere al riparo il debitore nel caso divenga impossibilitato a rientrare del debito contratto. I casi in cui il debitore si trova impossibilitato a pagare le rate possono essere legate al suo stato di salute quindi malattia e infortunio o morte, il cosiddetto rischio vita ma anche alla perdita del lavoro per licenziamento o fallimento del datore di lavoro ovvero il rischio impiego.

Il consiglio, soprattutto per i finanziamenti a lungo termine, è quello di scegliere la linea prudente e quindi investire qualche euro per queste opzioni che ci permettono di coprire ogni rischio. Per i prestiti a breve termine, solitamente legati al prestito al consumo, possiamo anche rischiare e non stipulare tali polizze ma per finanziamenti a medio o lungo termine, sono fortemente raccomandati perchè coprono tutte quelle spiacevoli eventualità che nessuno di noi si augura ma che possono accadere, come le malattie o gli infortuni compresa la perdita del posto di lavoro.

Prestate inoltre attenzione a tutte le condizioni sui diritti di rivalsa che possono essere esercitati dalle assicurazioni sia sul trattamento di fine rapporto nel caso di rischio impiego che sugli eredi nel caso di rischio vita.

Ovviamente è sempre raccomandabile uno o più colloqui e relativi preventivi con diversi consulenti finanziari per comparare le migliori offerte sui prestiti e sui mutui. State attenti non solo ai tassi di interesse che ultimamente soprattutto per i mutui casa sono particolarmente bassi, ma a tutte le spese correlate sia a quelle palesi che a quelle occulte che poi prima o poi saltano fuori.


e-max.it: your social media marketing partner


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE