Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

OSS di quartiere a Forlì



Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
FORLI' - Operatore Socio Sanitario protagonista. Il Servizio di assistenza domiciliare di quartiere realizzato dal Comune di Forlì in convenzione con la Coop. CAD ha l'obiettivo di contrastare l'isolamento e la solitudine delle persone anziane, sostenendo ed attivando le reti sociali e relazionali nell'ambito delle comunità territoriali. Il nuovo servizio di "Operatore socio-sanitario di quartiere" è stato avviato a partire da giugno 2007 in sei quartieri di Forlì, ad alta concentrazione di popolazione anziana: S. Pietro, Schiavonia, Spazzoli, Cava, Resistenza, Romiti.

A ciascun quartiere è stata assegnata un'operatrice socio-sanitaria con presenza sul territorio e reperibilità telefonica, con funzioni di monitoraggio, rilevazione dei bisogni e delle richieste, informazione ed accompagnamento ai servizi, attività di sostegno alla vita quotidiana, attivazione delle risorse del territorio (centri sociali, associazioni, farmacie, medici, esercizi commerciali, servizi di piccola manutenzione). Il servizio dell'Operatore di quartiere ha un approccio per dare risposte anche a bisogni che in situazioni di anziani soli possono assumere il carattere di urgenza con l'intervento di prevenire situazioni di disagio. In un anno di attività sono stati seguiti e coinvolti 623 anziani con circa 2.000 ore di intervento.Dal mese di luglio 2008 il servizio Operatore di quartiere è stato ulteriormente esteso ad altri 7 quartieri di Forlì: S. Biagio, Foro Boario, Pianta, Vecchiazzano, Ronco, Benefattori, Ca' Ossi. Allo stato attuale il servizio coinvolge quindi 13 quartieri e 10 operatori socio sanitari. In questi

giorni nei vari territori è in corso una campagna d'informazione che si rivolge alla popolazione residente per informare dell'avvio del nuovo servizio di operatore di quartiere, fornendo materiale specifico con orari, reperibilità e numeri telefonici.

"Operatori per la domiciliarità più vicini agli anziani - dichiara l'Assessore al Welfare del Comune di Forlì, Loretta Bertozzi - con il rafforzamento dell'intervento di prevenzione e di tutela attraverso l'attività di 10 Operatrici giornalmente sul territorio a contatto con i diversi bisogni della popolazione della terza età e delle loro famiglie." L' Operatore per la domiciliarità è pertanto un servizio innovativo che tende a consolidarsi ed ad estendersi nel territorio, in forza dei suoi obiettivi ed azioni finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle reti sociali di comunità per ridurre l'isolamento e la solitudine degli anziani e delle loro famiglie, per prevenire situazioni di abbandono e contrastare le fragilità.
Complessivamente il Servizio Anziani del Comune di Forlì interviene a favore di oltre 2.000 persone della terza età con interventi volti a favorire la domiciliarità dell'anziano nel proprio contesto di vita, sostenendo gli impegni di cura delle rispettive famiglie di riferimento.

Ulteriori dati
Questo progetto si integra e si aggiunge al numero degli anziani  che già  il Comune di Forlì segue con interventi a supporto della domiciliarità, quali:
- 606 anziani assistiti con il servizio pasti a domicilio;
- 284 anziani seguiti con un programma di assistenza domiciliare strutturata;
- 20 anziani con servizio di telesoccorso
- 82 anziani che usufruiscono del servizio trasporto
- 628 anziani con assegno di cura.

fonte: romagnaoggi


e-max.it: your social media marketing partner