Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Prelievi? Iniezioni? Catetere? L'infermiere ora ha lo studio



Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Prestazioni infermieristiche in Studio infermieristicoPrelievi? Iniezioni? Catetere? L'infermiere ora ha lo studio

LA NOVITÀ. Due professionisti hanno avviato una attività in via Fontane a Mompiano, a disposizione dei cittadini
Per prestare assistenza a chi è a casa, è autosufficiente ma non in grado di fare punture o di sistemare una medicazione


Capita a molti di restare coinvolti in un incidente, in un infortunio domestico o in un evento che costringe a rivolgersi al Pronto soccorso. Dopo le prime cure e le indicazioni mediche impartite dagli specialisti ci si ritrova a casa con la necessità di fare iniezioni o rinnovare bendaggi secondo i programmi terapeutici prescritti. Operazioni che non sono alla portata di tutti, e spesso costringono il paziente a estenuanti giri di passaparola per trovare un infermiere disposto a seguirlo nelle medicazioni, o qualcuno in grado di praticare iniezioni e flebo.
Che questo - anche a Brescia - fosse un settore "scoperto", perché la domanda è ben superiore all'offerta, l'hanno capito due infermieri professionali, Massimiliano Noto e Alfredo Manna, cui è venuta l'idea di aprire uno studio infermieristico con attività ambulatoriale e domiciliare, inaugurato in via Fontane, a Mompiano, col nome di Studio infermieristico Associato «Città di Brescia».
«PER VENT'ANNI ho lavorato in Pronto soccorso, e mi sono reso conto della carenza di servizi infermieristici per i pazienti che venivano dimessi, ma che continuavano ad avere bisogno di assistenza specializzata - racconta Noto -. Se è necessario applicare una flebo o sistemare un catetere, praticare un'iniezione o un bendaggio, le risposte offerte ai pazienti sono ben poche, l'Asl offre un servizio che è riservato a casi specifici e di una certa gravità, ma in tutte le altre situazioni non è facile mettersi alla ricerca di un infermiere che offra assistenza privatamente».
I titolari del nuovo studio, che collaborano anche con un poliambulatorio di via Chiusure, hanno attivato un servizio rivolto a tutta la popolazione del territorio.
IL SERVIZIO non vuole limitarsi all'esecuzione di prestazioni tecnico-scientifiche o manuali, ma si propone come punto di riferimento per chi, dopo ricovero in una struttura ospedaliera, necessita di ulteriori cure per il recupero completo dello stato psicofisico.
Le prestazioni di cui si può avere bisogno sono molteplici, dalla misurazione dei parametri vitali (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, controllo glicemico) alla somministrazione di farmaci per via intramuscolare, sottocutanea o endovenosa, dalle vaccinazioni antinfluenzali ai prelievi di sangue, dall'applicazione di fleboclisi alla rimozione dei punti di sutura, senza dimenticare bendaggi, medicazioni, posizionamento di catetere.
«Investire le proprie risorse attraverso un percorso "imprenditoriale" attivando studi associati - spiegano i titolari -, rappresenta un nuovo modello di organizzazione dell'assistenza infermieristica territoriale, in grado di rispondere alle diverse esigenze della collettività».
Lisa Cesco




e-max.it: your social media marketing partner