Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Terapia occupazionale



Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

TERAPIA OCCUPAZIONALE

La terapia occupazionale occupa una vasta area tra le tecniche di recupero o riabilitazione nel settore geriatrico; utile agli anziani che vivono negli istituti, RSA, in regime di DH. Ha un ruolo rilevante, al fine di determinare ai pazienti cronici una soddisfacente qualità di vita. Esiste una relazione reciproca tra salute, malattia e partecipazione alle attività: è di guida per provvedere a ristabilire o migliorare lo stato di salute, il benessere e la capacità di adattamento delle persone disabili e in altrettanto modo anche le attività di animazione trovano il loro impiego nelle strutture residenziali o semiresidenziali per anziani e portatori di handicap.

 


A quale scopo?

Superare l’immobilità e il disagio fisico. Il nucleo centrale dell’animazione è la riattivazione funzionale, la dinamica di gruppo, lettura, cinema, teatro,…. Cioè iniziative differenziate il cui obiettivo è mantenere vivo il patrimonio culturale e individuale, le capacità sensoriali, le funzioni cognitive,….

La finalità della terapia occupazionale è il mantenimento delle capacità delle prestazioni fondamentali per la conservazione dell’autonomia.

Importante è anche come si fa a potenziare il canale della comunicazione: questo compito è delegato agli operatori all’interno della struttura per ricreare l’atmosfera familiare e diversi punti di riferimento in cui il paziente possa trovare sostegno.

Il nucleo delle attività di animazione risiede in particola modo nella relazione affettiva con l’ospite che impegna tutti gli operatori; dedicarsi all’attività di animazione significa entrare in un solido rapporto interpersonale con l’anziano; è chiaro che deve esistere una originalità nell’animazione che deve essere mantenuta attiva per non cadere in un tecnicismo burocratico. Programmare e organizzare attività, rispettare i ritmi dell’anziano e del portatore di handicap, sollecita negli anziani le espressioni, le capacità ricreative, organizzando giochi e spettacoli, scambiando con gli ospiti della struttura informazioni utili sulla vita dell’ospite.

Fa il piano di lavoro individuale o di gruppo, offre risposte sollecite ai piccoli bisogni, mantiene la relazione con i parenti, con le organizzazioni esterne, con gli animatori delle altre strutture per gli aggiornamenti.

Quali sono le attività della terapia di animazione?

  1. la dinamica di gruppo ---- è tra le maggiori attività sviluppate, nasce come tentativo di elaborare un nuovo modo di fare ginnastica con gli anziani, la durata delle attività non deve essere superiore ai 45 minuti.

  2. la musicoterapica --- a livello educativo, ricreativo, educativo, clinico, finalizzata a favorire la socializzazione e la comunicazione

  3. la terapia del colore ---che dà all’anziano la possibilità di esprimersi manualmente.


e-max.it: your social media marketing partner