Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Partecipare ai concorsi oss



Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
La stesura di questo articolo è il frutto di anni di partecipazione e dunque di osservazione attiva dei concorsi pubblici per operatore socio sanitario presso aziende sanitarie e ospedaliere di quasi tutta Italia. Siamo fermamente convinti che dato un oggetto di studio, ad una ottima preparazione teorica, quando possibile, vada sempre affiancata una altrettanto solida preparazione sul campo. Si rivolge ovviamente all'operatore socio sanitario intenzionato a partecipare ai concorsi pubblici ma può essere un valido aiuto per gli organizzatori che volessero migliorare le procedure concorsuali, avvalendosi delle osservazioni raccolte.

Il bando di concorso pubblico per operatore socio sanitario Rappresenta il punto di partenza del nostro iter concorsuale. Tutto ha inizio dal momento in cui apprendiamo che è “uscito” il concorso ovvero che un Ente Pubblico ha pubblicato un bando di concorso pubblico per Operatore Socio Sanitario. Tutti i concorsi pubblici devono essere pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Leggere il bando di concorso Ogni bando di concorso deve rispettare quanto disposto dal DPR 27/03/2001 n. 220 e su questo non ci sono dubbi. Nella pratica tuttavia, non si trovano mai due bandi di concorso identici. Ogni ente adotta un formulario proprio per redigere il proprio bando e questo talvolta può creare delle incertezze su quale sia la maniera corretta di compilare la domanda di ammissione. È quindi fondamentale leggere con estrema attenzione il bando di concorso e magari evidenziare le parti fondamentali e le richieste contenute per non tralasciare particolari importanti o vere e proprie parti sostanziali. Nei prossimi paragrafi, andremo a scomporre il bando di concorso nelle sue parti fondamentali, commentando ogni parte ed esplicitando la sua composizione

L'intestazione del bando Fornisce le informazioni e la data della delibera oltre che sul numero ed il tipo di posti messi a concorso. Ci dice anche se il concorso è per soli titoli (usato spesso negli avvisi pubblici per incarichi a tempo determinato), per soli esami (usato spesso nelle RSA per dare maggior risalto alle proprie procedure selettive) oppure per titoli ed esami.

Il concorso per soli titoli prevede che ogni candidato alleghi alla domanda di partecipazione, tutti i titoli che ritiene utili ai fini della formulazione del punteggio. Questo infatti sarà la risultante della sommatoria della valutazioni di ogni singolo titolo. Vengono valorizzati i candidati con anni di servizio nella pubblica amministrazione e/o con molti titoli di studio.

Il concorso per soli esami prevede la sola valutazione delle prove concorsuali senza tener conto degli eventuali titoli presentati che comunque con questa formula non hanno valore e quindi va ad esaltare l'importanza del risultato delle prove concorsuali.

Il concorso per titoli ed esami è il concorso per eccellenza nella pubblica amministrazione e rappresenta di fatto la somma delle due procedure concorsuali sopra riportate. I selezionatori valutano inizialmente la prova pratica (scritta). Per quanti risultano idonei a sostenere la prova orale vengono valutati i titoli presentati e il punteggio ottenuto viene comunicato ai candidati prima di sostenere la prova orale. Infine viene valutata la prova orale. Il punteggio finale sarà la somma dei tre valori.

I requisiti d'ammissione Sono i requisiti che dobbiamo possedere al momento della compilazione della domanda di concorso e comunque entro la scadenza del termine utile per la sua presentazione. Anche se spesso le prove vengono svolte dopo mesi o anni dalla chiusura dei termini di presentazione, i requisiti devono essere posseduti entro quel termine. Oltre ai requisiti generali che devono essere posseduti per partecipare a qualsiasi concorso pubblico, per essere ammessi ai concorsi pubblici per operatore socio sanitario, bisogna possedere dei requisiti specifici

Domanda di ammissione In questa parte del bando viene indicato l'indirizzo dove recapitare la domanda di concorso e le modalità di accettazione della stessa. La lettera raccomandata con avviso di ricevimento (A/R) è sempre accettata e il timbro apposto dall'ufficio postale accettante, vale come data di consegna. Se ad esempio il concorso scade alle ore 12:00 del 4 ottobre, dobbiamo spedire la raccomandata entro tale data. Alcune aziende accettano anche la consegna della domanda tramite PEC ( posta elettronica certificata ) e infine quasi sempre è possibile la consegna a mano presso il proprio ufficio protocollo o personale. In questo caso gli addetti all'accettazione rilasceranno apposita ricevuta.

Facsimile della domanda di ammissione al concorso Frequentemente insieme al bando di concorso, le aziende allegano un facsimile della domanda da presentare. Ciò rappresenta un aiuto ed una guida per i candidati ma anche per la stessa azienda che avrà a che fare con tante domande compilate con un criterio quanto più omogeneo e dunque di più facile consultazione. Tale facsimile può essere compilato attraverso l'utilizzo di un software gratuito come OpenOffice.org Writer oppure per i meno esperti può essere stampato e compilato tradizionalmente a mano. Non si è tuttavia obbligati ad usufruire di questo facsimile, l'importante è attenersi allo schema esemplificativo e indicare le informazioni fondamentali così come previsto dall'art. 4. del D.P.R. 27/02/2001 n. 220

Allegare la documentazione La documentazione da allegare varia in base al singolo candidato o per meglio dire, varia in base ai titoli posseduti. Si dovrà pertanto allegare una documentazione composta da:

Documentazione obbligatoria (tutte in copia conforme all'originale) - Attestato da operatore socio sanitario - Licenza della scuola media - Fotocopia della carta di identità - Fotocopia del codice fiscale - Curriculum formativo e professionale redatto su carta libera, datato e firmato ed in formato standard europeo

Documentazione opzionale (tutte in copia conforme all'originale) - Diploma di Maturità - Diploma di Laurea o Laurea - Esami sostenuti - Stato di servizio - Corsi frequentati - Convegni - Documentazione attestante il possesso dei titoli di riserva, preferenza o precedenza - Tutti i titoli che il candidato ritenga utile presentare

Le copie devono essere ben leggibili e quindi sarebbe meglio evitare le fotocopie di fotocopie o le scansioni artistiche. Un vecchio adagio recita: “un titolo non leggibile è un titolo non valutabile”. Ogni copia va autenticata anche tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà come prevede l'art. 19 del D.P.R. 445/2000 Infine dovremo compilare un elenco in triplice copia in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati.
e-max.it: your social media marketing partner


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE