Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Operatore socio sanitario nei gruppi di mutuo aiuto



Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
 

Certe tipologie di utenti a parte le condizioni cliniche, sono caratterizzate da una enorme sofferenza, ed emarginazione sociale. Quasi sempre sono restii a chiedere aiuto o a parlare dei loro problemi. L’Operatore Socio Sanitario conoscendo questi aspetti, può facilitare l’incontro tra queste persone, informandoli sull’esistenza di gruppi di auto mutuo aiuto, che si costituiscono per sostenersi a vicenda e per fornirsi assistenza reciproca. La condivisione del problema da beneficio al singolo e al gruppo. L’idea di costituire questi gruppi è nata dopo l’esperienza di due amici americani ( Bill e Bob) ambedue con problematiche alcol correlate, che incontrandosi, e parlando dei loro vissuti e delle loro sofferenze, hanno notato che sentivano meno l’esigenza di bere . Da allora sulla base di questa esperienza si sono costituiti i più disparati A.M.A.

 

La caratteristica dell’AMA è la condivisione e la reciprocità, per superare ostacoli, e produrre un cambiamento personale. Inoltre i membri del gruppo non hanno timore di esporre i loro problemi poiché ognuno vive la medesima situazione, questa aggregazione e questo aiutarsi reciprocamente, aumenta il senso di appartenenza e autostima. Gli operatori socio sanitari, possono trovarsi ad interagire con questi gruppi, poiché una peculiarità del suo profilo professionale e quella di promuovere e favorire le relazioni, al fine di migliorare la qualità di vita .

 

L’intervento dell’OSS può essere quello di moderatore e/o facilitatore cioè quella figura che all’interno del gruppo gestisce e facilità gli incontri durante le sedute, stimolando l’intervento dei più timidi e contenendo quello dei più prolissi. Deve inoltre avere chiaro l’idea del non giudizio e del non banalizzare.


e-max.it: your social media marketing partner


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE