Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Appunti su Apparato respiratorio e alcune patologie



Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Apparato Respiratorio

Possiamo pensare che l'apparato respiratorio sia composto da un tronco centrale e varie ramificazioni proprio come un albero.
È composto da:
Laringe: ovvero un organo cavo dove all’interno troviamo le corde vocali, ossia delle piccole pieghe dove vibra l’aria e che emettono dei rumori o suoni o parole; le corde vocali possono essere controllate. La laringe è molto sensibile ai cambiamenti climatici e a fattori come fumo, virus ecc. Ciò può generare laringite (malattia della laringe).

Trachea: lungo tubo fatto di anelli (cartilagine) che devono mantenere una certa durezza nonostante la respirazione. All’interno della trachea troviamo una mucosa chiamata epitelio. Le ciglia epiteliali spingono l’aria dal basso verso l’alto, mentre il muco ingloba particelle estranee. Malattie : Tracheite

Bronchi: strutture molto attive, che compongono la Trachea.
I Bronchi si dividono in 2 tipi:
Bronchi Lobali che a loro volta si dividono in Bronchioli, che si trovano all’interno dei Polmoni. I bronchi si contraggono (chiudono) quando l’aria non passa e ciò determina una patologia chiamata Asma curabile con farmaci bronco dilatatori. Bronchite cronica: accumulo di muco, difficoltà respiratoria, tosse. Causa principale: fumo. Polmoni: sono situati al centro della Gabbia Toracica.

I Polmoni sono rivestiti di una speciale membrana chiamata Pleura che si compone di 2 strati chiamati Pleura Viscerale e Pleura Toracica. La Pleura lubrifica i polmoni, infatti quando un paziente soffre di Pleurite, si accumula liquido fra la Pleura Viscerale e il Muco.

Il cuore dei Polmoni è l’Alveolo ovvero un insieme di Acini che si aggrappano ai Bronchioli che sono a stretto contatto con il sangue. Il suo scopo è lo scambio gassoso, ovvero far viaggiare l’ossigeno fissato ad una molecola chiamata Emoglobina. Inoltre l’Alveolo deve provvedere ad eliminare l’anidride carbonica con il respiro e a far assorbire l’ossigeno per respirare.

La Gabbia Toracica è composta da: costole, colonna vertebrale toracica e diaframma (che divide il torace dall’addome). Se all’interno del diaframma abbiamo una contrazione, si ridurrà l’aria che non salirà ai polmoni. Quando rilasciamo il diaframma, i polmoni si riempiranno di aria.

Muscoli Respiratori
Si dividono in: Muscolo Toracico e Muscolo del collo o scaleno.
La Respirazione Diaframmatica, si attiva imparando. Inspirazione: è un fenomeno volontario in quanto il cervello, ordina ai muscoli inspiratori di contrarsi e di conseguenza la gabbia toracica si allarga facendo entrare aria. (Fenomeno attivo). Espirazione: (Fenomeno passivo), fenomeno nel quale viene a meno la contrazione e quindi l’aria viene inglobata all’interno.

Insufficienza Respiratoria : Si accumula anidride carbonica nel sangue, non permettendo all’ossigeno di entrare.

Polmonite : malattia di rapida formazione che trasforma i polmoni da spugnosi in densi. Si cura con specifici antibiotici.

Enfisema Polmonare : malattia di lentissima formazione che richiede decenni. I polmoni si impoveriscono di alveoli e diventano dei palloncini…

Saturimetro: strumento per misurare il gas nel sangue. (pinza nel dito)

Emogas analisi : prelievo di sangue dall’arteria, per la misurazione del Ph (tasso di acidità del sangue). Il Ph fisiologico si aggira intorno a 7.4. Se il Ph è inferiore avremo un Acidosi, se superiore un Alcalosi. I gas sono 2 : ossigeno e anidride carbonica.




e-max.it: your social media marketing partner