Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

PAI Piano assistenziale individualizzato



Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il Piano assistenziale individuale - PAI

La progettazione, in generale è un processo che produce un piano assistenziale (o progetto assistenziale). Competenza dell'oss è sapere interagire con l'equipe assistenziale al fine di programmare un piano di assistenza appunto. L'operatore socio sanitario infatti, ovviamente conoscerà le mansioni oss ma deve conoscere anche quelle degli altri componenti dell'equipe ovvero Infermiere - Medico - Fisioterapista ecc... sapendo con precisione chi fa che cosa.
 
Il Piano Assistenziale individuale definisce, per ciascun paziente, gli interventi necessari a raggiungere specifici obiettivi e bisogni di salute, sia durante il ricovero ospedaliero sia nelle fasi successive.
 
Vediamo come pianificare e attuare un PAI Piano Assistenziale Individualizzato

Piano assistenziale individuale


1) OSSERVAZIONE
· RACCOLTA DATI
· ANALISI DI CONTESTO
· UTILIZZO ORGANI DI SENSO  

2) PIANIFICAZIONE
· OBIETTIVO
· TIPO DI INTERVENTO
· MEZZI E STRUMENTI
· TEMPO NECESSARIO (breve, medio, lungo termine)
· CHI LO DEVE FARE (quali figure dell'equipe sono coinvolte)

3) EROGAZIONE DELL'INTERVENTO
· FARE PER
· FARE CON  

4) VERIFICA DEI RISULTATI
· OBIETTIVO RAGGIUNTO
· OBIETTIVO NON RAGGIUNTO (ripianificazione)

Queste sono sostanzialmente le quattro fasi principali per l'elaborazione del piano assistenziale individuale. E' utile ricordare che le quattro fasi del piano assistenziale individuale hanno un percorso ciclico e quindi l'intero processo è dinamico e conseguenziale.


e-max.it: your social media marketing partner